B&B in Monferrato

Tra un pensiero e l’altro

La trappola sul ponte

Ancora adesso,a tanto tempo di distanza, non riesco del tutto a spiegarmi come potevano essere così cortesi, pazienti e disponibili gli abitanti della borgata con quell’io bambino che quasi con diabolica fantasia e coadiuvato da degni collaboratori di tanto in tanto tirava fuori qualche trovata per mettere a rischio la tranquillità della loro vita quotidiana, […]

[Continua]

Carulina

Non c’era verso,nessuna possibilità di rifiuto, probabilmente era dovuto ad una sua reminiscenza infantile di miseria, un retaggio da compensare, senza alcun preavviso ti infilava quelle due o tre monete in tasca, più sovente te li  metteva in mano e ti faceva chiudere a pugno dapprima con dolcezza poi, se presumeva il rifiuto, con una […]

[Continua]

Qui sono nato

Sono nato e vissuto nella mia borgata, la mia casa è ancora nella mia borgata, eppure non è più la mia borgata, cerco visi noti che in modi diversi comunque amavo, visi che marcavano la mia vita, che scandinavano il mio tempo, visi rassicuranti, preziosi, vitali, visi da cercare se passava un pò di tempo […]

[Continua]

La borgata

Ripensandoci adesso con il senno del poi mi rendo conto immediatamente di due cose,la prima di quanta pazienza,comprensione e tolleranza avessero con noi bambini gli abitanti della borgata in cui vivevo e la seconda è direttamente collegata cioè di quanto sia cambiata la società,la mentalità e quindi la gente in poco più di mezzo secolo.Se […]

[Continua]

Infanzia

……….Liti che scoppiavano improvvise, apparentemente senza un preciso motivo, legate credo soprattutto a questioni di spesa e bilancio famigliare, la discussione degenerava rapidamente quando in quei momenti la madre, donna mite di natura e sottomessa per abitudine, sopraffatta dall’esasperazione si trasformava in una furia, lasciandosi andare ad un sfogo verbale dalla violenza direttamente proporzionale alla […]

[Continua]

Lavoro e riposo

Una  di queste sere ho letto su una pagina di una rivista culturale un trafiletto su Pascal e sui suoi”Pensieri” Secondo me uno di questi rispecchia molto bene la stuazione dell’uomo moderno” Hanno un istinto segreto che li porta a cercare il divertimento e l’occupazione al di fuori, istinto che proviene dalla coscienza dello loro […]

[Continua]

Carradori si nasce

A proposito della splendida attività del carradore,letteralmente costruttore di carri, ( esercitata nell’attuale laboratorio dove ora io mi diletto in uno dei mie hobbyes preferito, quello del restauro) per più di un secolo da mio padre e prima di lui dal nonno ho già accennato nel mio precedente articolo “caradur”. Di come mio nonno avesse […]

[Continua]

Tempo di naja:libera uscita

Ieri ho incontrato un amico qui di Bubbio,ci vediamo spesso ma generalmente ognuno preso dal proprio lavoro ed impegni per cui era già da un pò di tempo che non ci si trovava cinque minuti in tranquillità.Dopo aver parlato,, come generalmente si fa in queste occasioni, del più o del meno il discorso si è […]

[Continua]

Unesco,Unespo ed Expo

Non credo proprio di essere riuscito, sempre che poi fosse nelle mie intenzioni, di tramettere a mio figlio Davide le mie idee, convinzioni e fedi ma una cosa sicuramente glielo tramandata o meglio credo che sia semplicemente un fatto cromosomico,si tratta della passione per lo sport del pallone elastico,sport locale un po di nicchia volendo,poco […]

[Continua]

“E a te mamma giurò che regalerò un castello“, Questa potrebbe essere stata la frase di commiato con cui Rocco Dagna, un ragazzino di 14 anni,salutò nel 1902 la madre per imbarcarsi, quasi clandestinamente, su un bastimento per andare in cerca di lavoro in Argentina e quella di riuscire a farsi strada nella vita potrebbe […]

[Continua]
« Articoli precedenti
Torna su